LA NOSTRA STORIA

La nostra famiglia

La pietra leccese non è solo barocco, chiese storiche e monumenti prestigiosi. La pietra leccese è, soprattutto, un prodotto che mette in luce ed esalta la capacità artistica e culturale di un popolo che, nel tempo, è stato capace di continuare ad evolversi, a superare nuove sfide e a cambiare.


La storia della Marrocco Pietra Leccese srls è la testimonianza più evidente di questo processo; dar vita e continuità alla storia di questo percorso, inserendosi appieno in esso, è da sempre la filosofia dell'azienda, che è riuscita nella sua decennale esperienza a captare dall’ ambiente in cui essa vive quello storico afflato artistico di cui il Salento è portatore. L'impresa si occupa di vendita di pietra leccese online a Lecce, dimostrando da anni di saper mettere al servizio dei suoi clienti prodotti di alta qualità.


Da tre generazioni la Marrocco Pietra Leccese srls estrae la pietra da cave a cielo aperto, selezionandola e tagliandola con accuratezza. Questa pietra, molto duttile, permette agli esperti artigiani aziendali di dare forma ad ogni idea con estrema facilità ed immediatezza. Per eccellere nella vendita di pietra leccese online a Lecce, lo showroom si avvale della collaborazione con gli architetti e tecnici del settore edile più esperti e qualificati, potendo così dare vita ad opere architettoniche di straordinaria bellezza e originalità.


Strizzare l’ occhio al design è d’obbligo di questi tempi: l’ aiuto delle nuove macchine della ditta supporta gli esperti artigiani nella produzione, garantendo lavorazioni in tempi più rapidi e il contenimento dei prezzi. La lavorazione e l’applicazione delle opere create ad arte ben si legano alle attuali tendenze della bioarchitettura, requisito fondamentale per operare in linea alle attuali esigenze ambientali. Marrocco Pietra Leccese srls è divenuta ormai un punto di riferimento grazie alla qualità dei suoi prodotti, al personale qualificato e nella ricca offerta di lavorazioni e servizi.Nel 2010 lo staff aziendale si è infatti arricchito ulteriormente con l'inserimento di Ferdinando Marocco, che mette ogni giorno la sua creatività al servizio dell'impresa di famiglia.


Nato a Lecce nel 1984, dopo la maturità scientifica, si laurea nel 2010 a “La Sapienza” di Roma presso la facoltà di Architettura “Valle Giulia” in Architettura d’ Interni e Arredamento con una tesi in Storia dell’ Architettura dal titolo “Analisi storica ed ipotesi restitutiva di Villa Ciccarese a Cursi (Le)”. Questo percorso di studi lo porta a conoscere profondamente l’ architettura storica di inizio secolo all’interno del panorama salentino e ad apprezzare la saggezza professionale e la squisitezza artistica tipica della produzione artigianale di elementi architettonici, complementi d’ arredo e decorazioni che attestano il pregio di tali strutture, senza trascurare le pitture murali e le pavimentazioni.


Nell’anno 2006-2007 frequenta il Corso Superiore di “Giornalismo di Moda e Styling per l’ editoria” presso l’ Accademia di Costume e Moda di Roma dal quale recepisce l’ importanza del ruolo della comunicazione. Da questa esperienza nasce in lui l’ amore per il Tessuto, un prodotto che, in quanto nato dal connubio tra trama e ordito, diventa per lui metafora del forte concetto di Collaborazione, elemento indispensabile alla buona riuscita di qualsiasi iniziativa. Ferdinando vede in questo materiale qualcosa che è va oltre la semplice somma di due elementi e delle loro rispettive caratteristiche e peculiarità, diventando un prodotto dall’inestimabile valore aggiunto, che tanto comunica e perciò tanto vale.


Nel 2010 inizia la collaborazione con l'azienda di famiglia che, da cave proprie, estrae e lavora la pietra leccese, curando l’ aspetto progettuale dei lavori edili e delle finiture da realizzare, progettando sempre nuove soluzioni d’ arredo, mobili e complementi. In questo stimolante contesto, Ferdinando mette alla prova ogni giorno la sua natura creativa. All'interno dell'impresa disegna, studia e crea oggetti nuovi, dal gusto contemporaneo e dalla forte ispirazione poetica in una pietra che gli appartiene da sempre e la cui polvere gli scorre nelle vene. Come dice lui stesso: “Progetto in pietra perché mi viene naturale, perché ci vivo dentro da quando sono nato, come un fossile che dal miocene è rimasto incastrato nel magma del calcare.


Non ci sono altre ragioni, solo il forte senso di appartenenza può farti fare scelte esclusive. La polvere della pietra che penetrava le rughe delle mani callose di mio nonno e quella che ancora oggi si posa sui vestiti di mio padre, è la stessa che ho nel cuore e respiro da sempre. Che mi fa vedere il Futuro grazie a tanta Storia. Che, grazie alla forza che manifesta nelle maestose costruzioni di inizio secolo e alla docilità materica che gli permette di plasmarsi nei manifesti del barocco più sfarzoso, mi dà il coraggio di crederci ancora, ancora e ancora… perché questa pietra ed io siamo quasi la stessa cosa.”